La riforma del secondo ciclo d'istruzione entrata in vigore con l'anno scolastico 2010-11, sia in campo nazionale che a livello provinciale (con alcune peculiarità), prevede il rilancio dell'identità dell'istruzione Tecnica da sempre connotata da una solida base culturale a carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell'Unione Europea. La nuova struttura, costruita attraverso lo studio, l'approfondimento e l'applicazione di linguaggi e metodologie di carattere generale e specifico, è espressa dai due nuovi indirizzi "Amministrazione, Finanza e Marketing" per il settore economico e "Costruzioni, Ambiente e Territorio" pe ril settore tecnologico, correlati a comparti fondamentali per lo sviluppo economico e produttivo del Paese.

Il percorso quinquennale è costituito da due bienni e un quinto anno in cui è previsto un percorso di appofondimento orientativo al futuro universitario e/o lavorativo dello studente.

 

Il primo biennio

  • è strategico perché rappresenta la conclusione del ciclo di istruzione obbligatoria;
  • è propedeutico perché introduce progressivamente ai percorsi di indirizzzo;
  • è dedicato all'acquisizione dei saperi e delle competenze di base previsti per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e che ciascun cittadino deve possedere.

Il secondo biennio

  • è specialistico perché corrispondente alle attitutdini e alla personalità degli studenti ed è pertanto caratterizzato da un aforte presenza delle discipline professionalizzanti finalizzata al raggiungimento dei risultati di apprendimento declinati in competenze, abilità e conoscenze;
  • è un percorso di approfondimento delle discipline tecniche per favorire la sinergia tra "saperi teorici" e "saperi operativi" mediante stage, tirocini, alternanza scuola-lavoro e corsi di specializzazione.

Cinque buoni motivi per iscriversi all'Istituto "Fontana"

  1. certezza di un titolo di studio spendibile in tempi brevi
  2. preparazione adeguata all'Università
  3. continuità e stabilità dell'azione educativa
  4. attenzione alle persone, al loro benessere e al rispetto delle regole
  5. qualificazione del profitto dello studente in uscita (gli istituti tecnici formano prevalentemente figure professionali che si collocano nei quadri intermedi).

Data la rapidità dei diversi ambiti lavorativi e produttivi, l'Istituto "Fontana" pone particolare attenzione alla velocizzazione di tali processi mediante il costante collegamento con il mondo del lavoro e l'aggiornamento qualificato dei propri docenti. Questa peculiarietà costituisce la cifra distintiva della scuola fin dai tempi della sua formazione, quando cioè era ancora denominata Scuola Reale Elisabettina.

A partire dall'anno scolastico 2016-2017 è stato approvato il nuovo indirizzo  "INNOVAZIONE E SVILUPPO DEL BUSINESS" mentre non è più attivato il corso "SIA" (prosegue per chi già lo aveva scelto nel passato)

Raccogliendo dati significativi dall'INDAGINE ISTAT (Rapporto annuale 2015), dalla Ricerca di UNIONCAMERE riferita al "Monitoraggio del fabbisogno dell'industria per favorire l'occupabilità" ed analizzando il contesto economico locale, è emersa la necessità di una figura professionale che abbia competenze economiche, informatiche e parli inglese e tedesco con facilità.

Si tratterebbe di un diplomato capace di creare modelli informatici operativi che migliorino i processi aziendali e supportino le decisioni imprenditoriali.

Alla luce di queste necessità e della propria esperienza, l'ITET Fontana ha quindi colto la sfida di proporre ai suoi studenti un indirizzo fortemente innovativo sia dal punto di vista didattico, che dei contenuti: "Innovazione e Sviluppo del Business".

 

Caratteristiche del nuovo percorso

 

L'articolazione AFM Innovazione e Sviluppo del Business ha tra i suoi punti di forza la metodologia didattica fortemente attiva. La nuova metodologia didattica è, innanzitutto, basata sul coinvolgimento di tutti gli attori del contesto allargato del processo formativo: studenti, docenti, rappresentanti di istituzioni e aziende, esperti esterni e specialisti, università, poli formativi territoriali. Una community reale e via web che esce dai confini della scuola e si apre al modo economico, da cui trae esperienze, stimoli e innovazione.
Il fondamentale sviluppo delle soft skills (competenze trasversali di stampo cognitivo - relazionale e comunicativo, facenti parte sia del carattere stesso, sia come abilità interpersonali allenabili) è perseguito tramite l'utilizzo dei così detti “casi di studio”, testimonianze tratte dalle realtà locali e ambienti digitali flessibili. Gli studenti sono costantemente chiamati a realizzare progetti e collaborazioni con le aziende, per mettersi in gioco e valorizzare le conoscenze teoriche.
Il perno di questa didattica partecipativa è un laboratorio permanente denominato “OPEN- MIND-LAB “ nel quale i saperi si integrino e si completino tra loro e costituiscano la base di effettive competenze.

Come previsto dal Piano Nazionale della scuola digitale, gli studenti vengono coinvolti in un percorso formativo orientato dalla cultura della sperimentazione e dall'imparare facendo, attraverso metodi pratici, dove si impari a collaborare, interagire, fare squadra, impegnarsi in un obiettivo comune, valorizzando le qualità di ciascuno.
L’alternanza scuola-lavoro, caratterizzata da periodi nei quali l’azienda entra a scuola e altri nei quali gli studenti vanno in azienda, si snoda nell’arco di tutto il secondo biennio e del quinto anno e diventa un elemento curriculare cardine che si integra con il laboratorio.
L'università sarà un'interlocutrice rilevante con la quale costruire percorsi complementari; in particolare i dipartimenti di Economia e Ingegneria. Le politiche fondamentali per lo sviluppo delle strategie formative sono pertanto:

  • la collaborazione con docenti ed esperti aziendali in affiancamento ai docenti dell’Istituto;
  • la collaborazione efficace di tutti gli attori del processo formativo (Allievi, Docenti, Aziende, Tutor); l'uso delle ICT (Information and Communication Tecnology) come oggetto e strumento di apprendimento;
  • l'uso dell’alternanza scuola-lavoro come proseguimento integrato del corso di formazione;
  • le metodologie didattiche attive e partecipative.

Il corso si svolgerà su cinque giorni settimanali e l'indirizzo sarà una delle tre opzioni che verranno offerte agli studenti al termine del primo biennio. Innovazione e Sviluppo del Business si aggiunge ai percorsi consolidati di Relazioni Internazionali per il Marketing e Amministrazione Finanza e Marketing.

La nostra offerta formativa:

NB: dall'anno scolastico 2016-17 l'articolazione  "Sistemi informatici aziendali" non è più attiva.

articolazione "innovazione e sviluppo del business

Raccogliendo dati significativi dall'INDAGINE ISTAT (Rapporto annuale 2015), dalla Ricerca di UNIONCAMERE riferita al "Monitoraggio del fabbisogno dell'industria per favorire l'occupabilità" ed analizzando il contesto economico locale, è emersa la necessità di una figura professionale che abbia competenze economiche, informatiche e parli inglese e tedesco con facilità.

Si tratterebbe di un diplomato capace di creare modelli informatici operativi che migliorino i processi aziendali e supportino le decisioni imprenditoriali.

Alla luce di queste necessità e della propria esperienza, l'ITET Fontana ha quindi colto la sfida di proporre ai suoi studenti un indirizzo fortemente innovativo sia dal punto di vista didattico, che dei contenuti: "Innovazione e Sviluppo del Business".

 

Caratteristiche del nuovo percorso

 

L'articolazione AFM Innovazione e Sviluppo del Business ha tra i suoi punti di forza la metodologia didattica fortemente attiva. La nuova metodologia didattica è, innanzitutto, basata sul coinvolgimento di tutti gli attori del contesto allargato del processo formativo: studenti, docenti, rappresentanti di istituzioni e aziende, esperti esterni e specialisti, università, poli formativi territoriali. Una community reale e via web che esce dai confini della scuola e si apre al modo economico, da cui trae esperienze, stimoli e innovazione.
Il fondamentale sviluppo delle soft skills (competenze trasversali di stampo cognitivo - relazionale e comunicativo, facenti parte sia del carattere stesso, sia come abilità interpersonali allenabili) è perseguito tramite l'utilizzo dei così detti “casi di studio”, testimonianze tratte dalle realtà locali e ambienti digitali flessibili. Gli studenti sono costantemente chiamati a realizzare progetti e collaborazioni con le aziende, per mettersi in gioco e valorizzare le conoscenze teoriche.
Il perno di questa didattica partecipativa è un laboratorio permanente denominato “OPEN- MIND-LAB “ nel quale i saperi si integrino e si completino tra loro e costituiscano la base di effettive competenze.

Come previsto dal Piano Nazionale della scuola digitale, gli studenti vengono coinvolti in un percorso formativo orientato dalla cultura della sperimentazione e dall'imparare facendo, attraverso metodi pratici, dove si impari a collaborare, interagire, fare squadra, impegnarsi in un obiettivo comune, valorizzando le qualità di ciascuno.
L’alternanza scuola-lavoro, caratterizzata da periodi nei quali l’azienda entra a scuola e altri nei quali gli studenti vanno in azienda, si snoda nell’arco di tutto il secondo biennio e del quinto anno e diventa un elemento curriculare cardine che si integra con il laboratorio.
L'università sarà un'interlocutrice rilevante con la quale costruire percorsi complementari; in particolare i dipartimenti di Economia e Ingegneria. Le politiche fondamentali per lo sviluppo delle strategie formative sono pertanto:

  • la collaborazione con docenti ed esperti aziendali in affiancamento ai docenti dell’Istituto;
  • la collaborazione efficace di tutti gli attori del processo formativo (Allievi, Docenti, Aziende, Tutor); l'uso delle ICT (Information and Communication Tecnology) come oggetto e strumento di apprendimento;
  • l'uso dell’alternanza scuola-lavoro come proseguimento integrato del corso di formazione;
  • le metodologie didattiche attive e partecipative.

Il corso si svolgerà su cinque giorni settimanali e l'indirizzo sarà una delle tre opzioni che verranno offerte agli studenti al termine del primo biennio. Innovazione e Sviluppo del Business si aggiunge ai percorsi consolidati di Relazioni Internazionali per il Marketing e Amministrazione Finanza e Marketing.

Orario settimanale dei corsi serali

INDIRIZZO CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) classe III classe IV classe V
TOTALE 27 27 27
Lingua e letteratura italiana 3 3 3
Storia 2 2 2
Lingua inglese 2 2 2
Matematica 3 3 3
Progettazione, Costruzione e Impianti 3 3 3
Geopedologia, Economia, Estimo 4 3 3
Topografia 4 5 5
Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro 2 2 2
Tecnologia del legno nelle costruzioni 3 3 3
Religione cattolica 1 1 1
INDIRIZZO AFM (Amministrazione, Finanza e Marketing) classe III classe IV classe V
TOTALE 27 27 27
Lingua e letteratura italiana 3 3 3
Storia 2 2 2
Lingua inglese 3 3 3
Matematica 3 3 3
Informatica 2 2  
Lingua straniera 2 (tedesco) 2 2 3
Economia aziendale 6 6 6
Diritto 3 3 3
Economia politica 2 2 3
Religione cattolica 1 1 1
Questo sito utilizza i cookie per una migliore navigazione. Chiudendo questo banner, o interagendo con questo sito web, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy Policy. Leggi tutto...